Perché sono nate le cooperative di spettacolo?

evento spettacolo
Come si organizza un grande evento nel mondo dello spettacolo?
30 Dicembre 2021
nuovi lavori social media
Nuovi lavori nel mondo della musica: il social media marketing
30 Dicembre 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Sin dagli anni ’80 i lavoratori dello spettacolo creano cooperative di spettacolo per ottenere maggiore riconoscimento professionale.

Di fronte a un panorama incerto, in Italia a partire dagli anni ’80 alcuni lavoratori dello spettacolo hanno scelto di praticare la cooperazione per ottenere riconoscimento professionale e contratti più continuativi. Hanno così creato nuove cooperative per avere l’opportunità, diventando soci-lavoratori della cooperativa, di trasformarsi da lavoratori di solito isolati sul mercato del lavoro a imprenditori di un’impresa condivisa e lavoratori dipendenti. In cooperativa gli artisti accedono ai meccanismi di protezione sociale ed entrano a far parte di una comunità.

Nel corso degli anni, il sistema cooperativo ha mostrato sempre più di essere la soluzione ideale per ottenere sia la continuità e la costanza di un rapporto di lavoro stabile che il rispetto dell’individualità artistica. Quest’ultima una caratteristica ha poi portato ad avvicinarsi a questo modello altri professionisti oltre agli operatori dello spettacolo, comprese tutte le figure che ruotano intorno al mondo dello spettacolo (tecnici, insegnanti, fotografi, comunicatori, ecc.), e anche oltre (informatici, artigiani, giornalisti, ciclofattorini, ecc.).

Nel video sono stati intervistati due tra i primi fondatori di una cooperativa di spettacolo: Franco Pagnoni di BeNow (ex-fasolmusic.coop) e Demetrio Chiappa di Doc Servizi.

Credits

Questo video è stato realizzato dalla Fondazione Centro Studi Doc e i suoi partner, Doc Creativity e Freecom Hub, grazie alla vittoria un bando del fondo Scena Unita con il progetto “Moltiplica la Musica – Il mondo dello spettacolo in pillole”.  

Scena Unita – per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo è un fondo privato gestito da Fondazione Cesvi – organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente, fondata a Bergamo nel 1985 – in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub.

Video realizzato da: Vincenzo Gentile (speaker e videomaker), Francesca Martinelli (autrice), Giuseppe Mugnano (autore).

Con la partecipazione di: Demetrio Chiappa, Aldo Macchi, Francesca Martinelli, Franco Pagnoni.