Nuovo DPCM 2 marzo 2021: misure e ristori per il mondo dello spettacolo

Cecop lavoratori di piattaforma
CECOP: le cooperative offrono migliori condizioni di lavoro ai platform worker
2 Marzo 2021
campagna diritti spettacolo
I Diritti sono uno Spettacolo: la campagna partita da Sanremo
5 Marzo 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Martedì 2 marzo il presidente Mario Draghi Premier ha firmato il nuovo DPCM nel quale sono previste misure anche per il mondo dello spettacolo.

Le misure per lo spettacolo contenute nel nuovo DPCM

Il nuovo DPCM 2 marzo 2021 sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021. Come già annunciato dal Ministro Dario Franceschini, il DPCM (art. 15) prevede la riapertura dal 27 marzo, nelle sole zone gialle, di teatri, cinema, sale da concerto e live club.

La capienza che non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala. Inoltre, i posti a sedere dovranno essere preassegnati e sarà necessario rispettare le norme di distanziamento. Con il DPCM sono stati pubblicati anche alcuni protocolli da applicare nei luoghi di spettacolo.

Cliccando qui il testo completo del DPCM e i diversi protocolli e le linee guida per i vari luoghi di spettacolo.

DPCM misure spettacolo

I ristori per il mondo dello spettacolo

Rispetto ai ristori, il Decreto Sostegno dovrebbe essere pubblicato nei prossimi giorni. Sempre martedì 2 marzo il Ministro Franceschini ha dichiarato che per lo spettacolo sono stati stanziati 50 milioni di euro che saranno così suddivisi:

  • 15 milioni di euro ai live club e altri operatori nel settore della musica dal vivo;
  • 10 milioni di euro agli organizzatori di concerti, per compensare le perdite dovute alle date annullate o alla mancata programmazione di date;
  • 25 milioni agli autori, artisti interpreti ed esecutori per i mancati incassi.

Si attendono il decreto e ulteriori indicazioni da parte del Governo per capire come sarà possibile ottenere i bonus e i ristori promessi.