Call to action: proposte per far emergere i musicisti nascosti

piattaforme cooperative
Al Comitato europeo delle regioni incontro sulle piattaforme cooperative
19 Ottobre 2019
L’eurodeputata Gualmini a Verona per incontrare modelli innovativi di cooperazione
25 Ottobre 2019
Tempo di lettura: 3 minuti

La Fondazione Centro Studi Doc lancia “Moltiplica la musica” per raccogliere proposte per contrastare il lavoro irregolare e il sommerso nel settore della musica live.

Il contesto

Nel settore della musica dal vivo, il lavoro irregolare e il sommerso sono pratiche estremamente diffuse in tutta Italia. Una delle cause principali è l’economia sommersa legata a locali e feste popolari in cui circolano ingenti somme di denaro contante “non tracciato”.

Una ricerca condotta dalla Fondazione Centro Studi Doc stima che il sommerso nel settore musicale si aggira tra i 2 e i 3 miliardi di euro. Fermo restando che trattandosi appunto di sommerso è difficile quantificarlo con precisione.

La ricerca è stata realizzata incrociando i dati dei report esistenti dedicati alla filiera dello spettacolo (Io sono cultura di Fondazione Symbola e Unioncamere, Annuario SIAE, Vita da artisti della Fondazione di Vittorio, Io sono la musica che ascolto di _resetfestival e The Goodness Factory, Audizione della Cgil), e quelli delle istituzioni (Istat, Enpals-Inps) con una ricerca effettuata sul campo da musicisti e organizzatori. 

Call to action per il mondo della musica

Di fronte a numeri così importanti, è urgente confrontarsi tra tutti gli attori del settore per trovare soluzioni a questa situazione

Operatori del settore, istituzioni, rappresentanti del governo, associazioni di categoria e chiunque possa essere interessato: tutti sono invitati a partecipare con le proprie proposte di riforma per moltiplicare gli investimenti in musica e cultura, contrastare l’evasione fiscale e tutelare dignità e diritti dei lavoratori dello spettacolo, inclusi i giovani talenti.

Come partecipare

All’invito all’azione “Moltiplica la musica” si può partecipare in tre modi.

1.Hai un’idea su come far emergere dal sommerso il settore della musica? Condividila!

Tutti possono partecipare con le proprie idee, gli esperti della Fondazione lavoreranno per armonizzare tra loro le proposte di riforma.

Le proposte possono essere inviate a: info@centrostudidoc.org

Ad oggi, le proposte raccolte dalla Fondazione tra gli operatori del settore sono le seguenti:

  • semplificare le pratiche di pagamento delle prestazioni occasionali dello spettacolo non professionistiche e saltuarie;
  • incentivare la vigilanza dell’INL, INPS e INAIL;
  • prevedere incentivi economici per chi organizza eventi di musica dal vivo.

2. Sei d’accordo con le proposte che abbiamo raccolto fino ad ora? Informaci!

Puoi partecipare alla call to action anche senza inviare proposte nuove. Se condividi quelle già raccolte basta segnalarcelo e aggiungeremo anche tuo logo tra coloro che hanno scritto le proposte.

3. Ti piace l’idea di combattere il sommerso nel settore della musica? Spargi la voce!

Puoi aiutare la call to action a crescere diffondendola: basta un click!

La call to action resterà aperta fino a venerdì 13 dicembre 2019.

Alla Milano Music Week sarà lanciata la campagna “Moltiplica la Musica”

In occasione della Milano Music Week 2019 martedì 19 novembre alle ore 11 alla Casa degli artisti (Via Tommaso Cazzaniga 89/A Milano) si svolgerà la conferenza “Moltiplica la musica. Proposte per far emergere i musicisti nascosti”.

L’incontro sarà un momento in cui fare il punto sui numeri del sommerso nel settore della musica per poi confrontarsi sulle proposte per contrastare questo fenomeno attraverso il lancio della campagna “Moltiplica la musica”.

Sono invitati a partecipare e intervenire tutti coloro che hanno partecipato con proposte o che hanno deciso di sostenere la campagna per affrontare e risolvere il problema del sommerso che, impoverendo chi lavora nel settore, impoverisce tutto il Paese. 

call to action musica

Contattaci
shares