“Salviamo il Genio”: iniziativa Slc-Cgil per i lavoratori dello spettacolo

assemblea greslab
All’Assemblea di Greslab il Centro Studi Doc racconta l’uso delle piattaforme digitali
16 Maggio 2019
corso-cisl-smartworkin
Smart working: la Cisl studia come organizzare il lavoro flessibile
31 Maggio 2019
Tempo di lettura: 2 minuti

Martedì 28 maggio 2019 la sede nazionale della Cgil ha ospitato la giornata “Salviamo il Genio”. Un evento organizzato da Emanuela Bizi di Slc Cgil Nazionale per riflettere con operatori, rappresentanti ed esperti dello spettacolo su diritti e tutele per i lavoratori del settore. L’evento è organizzato in vista degli Stati Generali della Cultura in programma per il prossimo autunno.

Tutele per i lavoratori dello spettacolo

Durante la mattinata Chiara Chiappa, presidente della Fondazione Centro Studi Doc e consulente del lavoro con un’esperienza ventennale nello spettacolo, ha partecipato al tavolo di lavoro dedicato all’estensione delle tutele.

Chiara Chiappa ha presentato le difficoltà e opportunità del settore, mettendo anche l’accento sulle tutele e protezioni che il mondo della cooperazione già offre. Infatti, quando i lavoratori dello spettacolo si uniscono in cooperativa diventano i propri datori di lavoro garantedosi così le protezioni del lavoro subordinato e l’autonomia necessaria a rispondere all’unicità nella gestione della propria attività.

Come far sì che le tutele possano essere un diritto individuale?

A “Salviamo il Genio” il modello dell’intermittenza francese, diverso da quella italiana, è emerso come riferimento per ripensare anche il sistema italiano.

Secondo questo modello, i lavoratori dello spettacolo, artisti o tecnici, ottengono lo statuto di intermittente dello spettacolo quando lavorano per spettacoli o produzioni audiovisive (cinema, televisione). Tale statuto permette di alternare periodi di lavoro e di disoccupazione ottenendo integrazioni economiche e tutele nei periodi di assenza di lavoro.

Al confronto su questo tema ha partecipato anche la direttrice Francesca Martinelli a seguito dei suoi studi sul modello francese di gestione dello spettacolo.

Il confronto tra le parti a “Salviamo il Genio”

Nel pomeriggio, per “Salviamo il Genio” si è svolto il confronto con le imprese. Tra le imprese hanno partecipato Agis Nazionale, ANICA, Confindustria Radio Televisioni. Per rappresentare il mondo cooperativo dello spettacolo ha partecipato Idanna Matteotti dell’Ufficio di Presidenza per Legacoop Cultura.